Mi chiamo Mariano, Cardo Mariano!

In pochi lo conoscono, ma è un grande amico degli sportivi! Il suo nome è Mariano, Cardo Mariano ed è una pianta con proprietà epatoprotettive utilissima per il benessere del fegato.

Il cardo mariano (Silybum marianum) è una pianta che appartiene alla famiglia delle Asteracee. Raccomandato e consigliato per migliorare la funzionalità epatica. Completamente naturale e molto diffuso potreste averlo incontrato durante le vostre corse nei prati o ci avete pure messo una mano sopra per sbaglio tirando non poche “ostie” a causa delle spine senza sapere che quella pianta in realtà è una cara amica degli sportivi.

Spesso gli sportivi si concentrano prima di tutto sul lato “energetico-stimolante” quindi gel-carbo-caffeina di ogni forma e colore, poi (non sempre) sul lato “muscolare” con la necessità di recuperare le forze e non avere le gambe indolenzite quindi via bene di aminoacidi/proteine. Tutto giustissimo niente da discutere in merito però il nostro povero fegato viene spesso messo da una parte e poco supportato quando in realtà è anche grazie a lui se andiamo lontano.

Per curiosità avete mai fatto o visto i valori del fegato dopo una maratona o una gara lunga in generale? Asterischi come punti della coop sui valori epatici!

Lavora forse anche più delle vostre gambe quando vi allenate perché il fegato è da un punto di vista energetico una fonte di glicogeno muscolare quindi brutalmente possiamo dire che regola parte dell’energia libera e spendibile di tutto il corpo e, a differenza delle gambe, non smette mai di lavorare.

Abbiate cura del vostro fegato, perché è bello macinare km su km, ma se a livello epatico si lavora male di certo non si potrà andare lontano. Pensate che nella boxe si cerca di colpire il più possibile il fegato dell’avversario così inesorabilmente colpo dopo colpo smetti di respirare e tu vai al tappeto.

Quindi, oltre ad una alimentazione sana e corretta, ogni tanto quando si aumenta in maniera importante il carico di lavoro non è sbagliato supportare e detossificare il fegato perché oltre a regolare gli zuccheri nel sangue è anche una sorta di filtro che “pulisce” l’intero corpo da tossine e scorie.

Lo si può trovare nelle tisane depurative, o in compresse concentrate di estratto secco (decisamente più efficace) è completamente naturale ed ampiamente studiato ed utilizzato anche in casi di epatite cronica.

Con questo mi raccomando non voglio sentire un domani frasi tipo “bevo una birra in più tanto ci pensa mariano a depurarmi” oppure “fritturina via bene pre gara e poi mariano aiutami tu!” perché non funziona così la storia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *